Le giuggiole

Dopo tanto tempo, a grande richiesta, ecco un post arandom, scritto rigorosamente coi piedi!

Sveglia alle 7, un’ora abbondante necessaria a rendermi conto su che pianeta mi trovavo, poi alle 8:20 di corsa in stazione a prendere il treno. Tutti schiacciati, manco a dirlo; non aveva alcuna importanza che il macchinista non sapesse guidare il treno (cosa ci vorrà poi a guidare un treno), perché non c’era sobbalzo che potesse farci cadere, tanto eravamo compressi l’uno addosso all’altro. Il cielo benedica l’inventore dell’iPod, Potente Strumento di Isolazione Totale.

Sono arrivato fino a Lambrate, a quanto pare il luogo più centrale che l’Alessandra riesca a raggiungere da sola. Doveva stampare dei curriculum, peccato che l’internet point non avesse Word 2012 e il documento DOCX non siamo riusciti ad aprirlo.

Poi siamo tornati in centro, Luca si è iscritto al suo esame (perché lui a casa non ha internet... ma adesso che ci penso, non poteva iscriversi all’internet point invece che in università?), e tra un cappuccino e l’altro erano già le 11:30. Al che Alessandra doveva tornare indietro, perché alle 12 inizia a lavorare.

Siamo andati a fare un po’ di shopping (“scusi, ma non ci sono i jeans di Victoria Beckham?”), poi da McDonald’s a mangiare.

Excursus letterario: le giuggiole.

Se vi sembra esagerato spendere 12,8 euro per mangiare da McDonald’s, fate come noi: ragionate in giuggiole. Un euro equivale a 4,7 giuggiole. 12,7 euro sono solo 2 giuggiole e 7! Tutto vi sembrerà più economico se calcolerete i prezzi in giuggiole! Giuggiola: la valuta dell’estate.

Fine excursus

Cercando di non pensare a quali droghe potessero esserci nei nostri panini (giuggiole?), ci siamo rifugiati alla Ricordi, dove ci ha raggiunto Pietro (infuriato, perché non lo avevamo avvisato subito che eravamo a Milano). Dopo aver coperto allegramente tutti i cd di Britney Spears con ogni copia disponibile del greatest hits delle Spice Girls, e dopo aver appurato che spendere 100 euro per avere la serie completa di Fantaghirò in dvd sarebbe un vero affare (se ragioniamo in giuggiole, poi!), siamo tornati in superficie, svaccati sui gradini del duomo. Pietro era un po’ in ansia, perché lui aveva un “permesso esame”, non sarebbe stato il massimo se qualcuno lo avesse visto nullafacente a 50 metri dal posto di lavoro... dato che non stava molto bene, aveva deciso di andare a casa a pranzare (un riso in bianco per la precisione), per evitare di mangiare le solite schifezze in giro e stare male il giorno dell’esame. Non si sa bene come, siamo finiti da Spizzico.

A questo punto è arrivata Diana CON I CAPELLI LISCI. Stai un sacco bene, tra l’altro! Dopo che Pietro se n’è andato a fare il suo esame, eccoci pronti per un altro giro di shopping alla ricerca delle scarpe con gli strap. Da Athletes World (“dove ci hanno regalato le scarpe?”) ci ha raggiunto anche la Valentina, per aiutarci a scegliere le scarpe dell’inverno; senza strap, di fatto.

Poi siamo andati a recuperare Marco in Duomo, che ha dato il cambio a Luca... cercavamo una felpa, abbiamo trovato delle cuffie stilosissime; le voglio assolutamente, rosse!

Infine: i jeans validi. Modestamente li avevo adocchiati subito, peccato non si allacciassero. Ma abbiamo la targa (479 BOOTY FLARE), non ci scapperanno!

Ultimissima tappa: la Standa! Di fatto le pesche erano acerbe e le percoche avevano un colore insolito. Compriamo l’uva? Ma di fatto anche no dai...

Comunque, gli highlights della giornata sono stati fotografati:

giuggiole-victoria-beckam giuggiole-campionario

Safari 3.1

Nuovo aggiornamento per Safari, il browser “più veloce al mondo”.

Safari

Giunto alla versione 3.1, Safari carica le pagine web ad una velocità fino a 3 volte superiore e esegue il codice JavaScript fino a 4,5 volte più velocemente rispetto a Firefox 2. Con la sua interfaccia grafica pulita ed elegante, Safari rende la navigazione in Internet davvero semplice e piacevole.

Tra le caratteristiche più significative di questo browser ricordiamo il potente blocco delle finestre pop-up; la funzione di ricerca che evidenzia i risultati oscurando leggermente il resto della pagina; l’autocompletamento dei moduli con i propri dati (una volta provato non potrete fare a meno di non dovere più scrivere la vostra mail o il vostro indirizzo ogni volta che vi verrà chiesto!); il lettore di feed RSS integrato; i campi di inserimento testo ridimensionabili a piacere; la funzione di navigazione privata.

Safari è inoltre l’unico browser che utilizza un color management avanzato, in grado di leggere i profili ICC delle immagini e restituirle con i loro colori originali — cari amici amanti di Deviant Art, sapete a cosa mi riferisco! Infine, è inutile dire che Safari rispetta tutti gli standard web più recenti, ottenendo il migliore risultato nel nuovo (e spietatissimo) Acid Test 3.

Tutte le altre informazioni sul sito Apple. Safari 3.1 è disponibile gratuitamente per Mac e Windows.

Buon Natale!

Probabilmente poche persone si connetteranno il 25, e io non voglio rischiare di lasciare fuori qualcuno: è meglio anticipare i tempi e inaugurare il post ufficiale per farci gli auguri.

Scrivete nei commenti tutto quello che vi pare, ricordando che il w3c consiglia tanti sorrisi, tanto amore e tanta amicizia. È Natale, santo cielo!

Acid Test

Avete voglia di fare un simpatico test? Basta cliccare qui. Si tratta di un test che mette a dura prova le capacità di rendering del browser, utilizzando un’intricatissima combinazione di HTML e CSS. Inutile dire che sono davvero pochi i browser che sanno portare a termine l’impresa... Se non vedete correttamente la faccina, mi spiace, ma qualcuno non ha rispettato gli standard!

Acid Test

Web Designer Wall

Grazie a Ilaria per avermi segnalato questo blog: bellissimo nella grafica e nei contenuti, per di più è valido.

Web Designer Wall

W3C VALID

Oggi ho finalmente stampato la mia t-shirt! È troppo major! Poi ho fatto altri acquisti vari: innanzitutto le scarpette — chi avrebbe mai detto che avrei preso un paio di All Star? Io no, personalmente. Ma sono stilosissime quindi meritavano di essere comprate. Da H&M invece ho trovato degli occhiali da sole 100% Made In China, 100% rossi, 100% strawow!

w3c-valid-logo- scarpe-all-star-1- scarpe-all-star-2-
occhiali-hm-1- occhiali-hm-2- w3c-valid-t-shirt-

Save Mastrota

È con grande piacere che vi presento un nuovo, fantastico sito web—valido!—destinato a cambiare la sorte del nostro caro Giorgio:

Save Mastrota

Aderite numerosi!

EDIT: il sito non c’è più :(

Bis

“Devo avere sbagliato a fare i conti, arriverò con un quarto d’ora di ritardo”. Povero Martino, ha ragione, dovrebbe imparare ad aggiungere almeno 20 minuti agli orari prestabiliti—perlomeno se a stabilirli siamo io e Diana. Poco male, c’era Gisele a intrattenerlo durante l’attesa.
Partiamo per una sessione di shopping sfrenato; missione: 2 magliette, un paio di pantaloncini, un costume, una fidanzata. Risultato: una maglietta, per giunta a metà, perché l’altra metà sarà custom-made mercoledì da Adri e Dani. Qualcosa che c’entra con l’Helvetica, il Comic Sans e il corpo dei caratteri... non sono sicuro di avere capito bene. La mia sarà semplicemente W3C valid, in tutti i sensi.
Tra le varie cose, all’alba dell’una e zero otto, mi vengono in mente: la granita all’anguria, che è più buona della mia alla menta, e la mia nota mentale “di’ a mamma di comprare l’anguria”; Shakira che non vende più dischi e floppa in tutto il mondo; Lorella Cuccarini che recita Shakespeare; Madonna che fa da supporting act a Shakira, “pensa che smacco che sarebbe!”; Diddy che non può fare le scale, se no muore e deve rifare il cccampionario; la granita al melone, che Martino attende strategicamente per 7 ore, aspettando che il fondo di ghiaccio se ne vada (geniale!); Gwen Stefani che è effettivamente meglio come Gwen Stefani piuttosto che come front-woman dei No Doubt, con Diana che si aspettava da Martino una risposta ben più ampia e articolata; le 498742094867098672 edizioni diverse dei dischi di Alessandro Magno, che se acquistate tutte verrebbero a costare esattamente euro 23489672093423049820934804; infine le scarpe sluccicose che Martino e Diana non approvano. Ma tanto sono io che approvo e non approvo a questo mondo, o sbaglio?

Di corsa a prendere il treno, sono a cena dai miei zii stasera! Il treno è rotto però. Sì sì rotto, non parte proprio. Cambiamo treno. Funzionerà questo? Insomma vi risparmio i dettagli ma alla fine ce l’ho fatta ad arrivare a casa, anche se con un 25 minuti di ritardo. Doccia. Zii. Grigliata! Ci sono un sacco di vecchi... ma chi sono? Non importa in verità, ci sono i miei cugini per fortuna. E indovinate un po’? Nessuno ha intenzione di stare lì più a lungo di quanto non sia strettamente necessario per mettere sotto i denti una costina! Gio ha una festa di compleanno, Silvia deve uscire non si sa ancora dove, Fra tornerà presto in casa, Paola deve andare al cinema con un’amica. E Ste cosa fa? Ma ovvio, Ste va al cinema con la Paola e la sua amica! E cosa andiamo a vedere, se non Harry Potter?

Innanzitutto devo dedicare un po’ di spazio all’amica di Paola. Martina è una ragazza assolutamente adorabile! Strasupermegaiper fashion, soprattutto! Moooolto carinissima! Un poco stupida, anche! Splendidissima, sì sì approvo! W3C valid all the way! Fine digressione. Il film inizia tra pochi minuti; peccato, non c’è più posto! C’è lo spettacolo delle 22, se non vi dispiace. Ok. Aspetteremo. È solo un’ora dopotutto, e il tempo vola, Martina è un drago, divora i minuti. Quasi mi dispiace che si spengono le luci in sala...

Ma sono riuscito lo stesso ad apprezzare il film, anche se alcune imprecisioni nella trama mi sono sembrate più evidenti questa volta—mi chiedo cosa possa avere capito della storia chi non ha letto i libri! Ma alla fine pensandoci... oramai dopo 10 anni a chi interessa davvero qualcosa di Harry Potter, se non ovviamente a chi adora la saga da sempre? Comunque ho notato una cosa interessante: il legame tra Harry e Voldemort riesce ad essere terribilmente più sconcertante “visto” piuttosto che “letto”... certo se non hai letto non puoi vederci niente...

I want you to listen to me very carefully Harry. You’re not a bad person. You’re a very good person, who bad things have happened to. You understand? Besides, the world isn’t split into good people and death eaters. We have all got both light and dark inside us. What matters is the power we chose to act on. That’s who we really are.

Tornato a casa, scopro che la mamma ha comprato l’anguria.

Benvenuti!

Benvenuti su Random Thoughts! Pensieri arandom, per intenderci: si parla un po’ di tutto qui. Dalle avventure dei designers ai fatti di cronaca, dal cinema alla musica, dal perché non è rilevante che Madonna abbia la ricrescita al perché Keira Knightley non è neanche lontanamente paragonabile a Natalie Portman. Senza dimenticare le regole di editing, ovviamente. Ma non voglio svelarvi tutto subito... se no che gusto c’è?

Spero che vi divertiate a leggere questo blog almeno quanto io mi divertirò a scriverlo. E non dimenticate di lasciare un commento! Potete tenervi sempre aggiornati su quello che succede da queste parti iscrivendovi ai feed RSS.

In ultimo, vorrei puntualizzare che questo sito non è semplicemente azzurro, non è turchese, non è lapis e non è nemmeno ceruleo. Non ho idea di che colore sia. Buona permanenza!