Victoria Beckham

Dieci santocielo anni!

Felice anniversario!

beckhams-verdi

(Facciamo un gioco! Indovina: quanti livelli ha questa immagine? Chi ci azzecca per primo vince un premio.)

TOVAGLIETTA ROSSA GATTO

Dunque, è da un po’ che non scrivo... ci sarebbero tante cose di cui potrei parlare, dal compleanno di Victoria (foto a random per festeggiare) alla Gita Pasquale eccetera. L’altro giorno, però, sono capitate ben DUE cose meravigliose che non posso fare a meno di condividere con il mondo.

Cosa meravigliosa numero uno:
magneti
Cosa meravigliosa numero due:
tovaglietta-rossa-gatto
Vi sono mancato, vero? :-)

Victoria Papera

È stato sancito che lei è Victoria Papera.

Victoria Papera

(Stavo per rapirla e portarmela a casa, giuro, mi sono follemente innamorato di questa papera magra e solitaria *_* alla fine però l’ho lasciata nel suo laghetto, non avrei mai potuto forzarla a una migrazione improvvisa.)

La pantera

È stato sancito che LA PANTERA è valida.

la-pantera

Seguirà una recensione dettagliata (OMG).

Se volete farmi un regalo...

La Bentley-without-the roof non mi piace più.

Voglio la Porsche di Victoria. E poi voglio anche la Porsche di David. Non ho altre richieste. Grazie.

Le giuggiole

Dopo tanto tempo, a grande richiesta, ecco un post arandom, scritto rigorosamente coi piedi!

Sveglia alle 7, un’ora abbondante necessaria a rendermi conto su che pianeta mi trovavo, poi alle 8:20 di corsa in stazione a prendere il treno. Tutti schiacciati, manco a dirlo; non aveva alcuna importanza che il macchinista non sapesse guidare il treno (cosa ci vorrà poi a guidare un treno), perché non c’era sobbalzo che potesse farci cadere, tanto eravamo compressi l’uno addosso all’altro. Il cielo benedica l’inventore dell’iPod, Potente Strumento di Isolazione Totale.

Sono arrivato fino a Lambrate, a quanto pare il luogo più centrale che l’Alessandra riesca a raggiungere da sola. Doveva stampare dei curriculum, peccato che l’internet point non avesse Word 2012 e il documento DOCX non siamo riusciti ad aprirlo.

Poi siamo tornati in centro, Luca si è iscritto al suo esame (perché lui a casa non ha internet... ma adesso che ci penso, non poteva iscriversi all’internet point invece che in università?), e tra un cappuccino e l’altro erano già le 11:30. Al che Alessandra doveva tornare indietro, perché alle 12 inizia a lavorare.

Siamo andati a fare un po’ di shopping (“scusi, ma non ci sono i jeans di Victoria Beckham?”), poi da McDonald’s a mangiare.

Excursus letterario: le giuggiole.

Se vi sembra esagerato spendere 12,8 euro per mangiare da McDonald’s, fate come noi: ragionate in giuggiole. Un euro equivale a 4,7 giuggiole. 12,7 euro sono solo 2 giuggiole e 7! Tutto vi sembrerà più economico se calcolerete i prezzi in giuggiole! Giuggiola: la valuta dell’estate.

Fine excursus

Cercando di non pensare a quali droghe potessero esserci nei nostri panini (giuggiole?), ci siamo rifugiati alla Ricordi, dove ci ha raggiunto Pietro (infuriato, perché non lo avevamo avvisato subito che eravamo a Milano). Dopo aver coperto allegramente tutti i cd di Britney Spears con ogni copia disponibile del greatest hits delle Spice Girls, e dopo aver appurato che spendere 100 euro per avere la serie completa di Fantaghirò in dvd sarebbe un vero affare (se ragioniamo in giuggiole, poi!), siamo tornati in superficie, svaccati sui gradini del duomo. Pietro era un po’ in ansia, perché lui aveva un “permesso esame”, non sarebbe stato il massimo se qualcuno lo avesse visto nullafacente a 50 metri dal posto di lavoro... dato che non stava molto bene, aveva deciso di andare a casa a pranzare (un riso in bianco per la precisione), per evitare di mangiare le solite schifezze in giro e stare male il giorno dell’esame. Non si sa bene come, siamo finiti da Spizzico.

A questo punto è arrivata Diana CON I CAPELLI LISCI. Stai un sacco bene, tra l’altro! Dopo che Pietro se n’è andato a fare il suo esame, eccoci pronti per un altro giro di shopping alla ricerca delle scarpe con gli strap. Da Athletes World (“dove ci hanno regalato le scarpe?”) ci ha raggiunto anche la Valentina, per aiutarci a scegliere le scarpe dell’inverno; senza strap, di fatto.

Poi siamo andati a recuperare Marco in Duomo, che ha dato il cambio a Luca... cercavamo una felpa, abbiamo trovato delle cuffie stilosissime; le voglio assolutamente, rosse!

Infine: i jeans validi. Modestamente li avevo adocchiati subito, peccato non si allacciassero. Ma abbiamo la targa (479 BOOTY FLARE), non ci scapperanno!

Ultimissima tappa: la Standa! Di fatto le pesche erano acerbe e le percoche avevano un colore insolito. Compriamo l’uva? Ma di fatto anche no dai...

Comunque, gli highlights della giornata sono stati fotografati:

giuggiole-victoria-beckam giuggiole-campionario

La Non-Gita + aggiornamenti vari

Scriviamo tutte le ultime news in una volta sola, così facciamo in fretta e non ci pensiamo più.

Per prima cosa, la gita dell'estate! Non poteva non chiamarsi Non-Gita dopo tutto il non-suono che ci ha fatto compagnia negli ultimi mesi. Gita Joseph sarebbe stato un nome altrettanto valido, ma manca il trattino... Di fatto non ho voglia/non sono capace di scrivere un racconto avvincente e sensato, quindi vi rimando al blog di Diana per un resoconto dettagliato.

non-gita-foto
Poi. Victoria Beckham ha cambiato acconciatura! Quanto ci piace? Un sacco!

victoria-new-hairdo

Infine. I nuovi Aipod! Io ADORO *_* questi colori sgargianti, tipo che li voglio tutti, uno diverso ogni giorno da abbinare ai vestiti!

ipod-nano-chromatic

Love me, love me, love me, love me

È sicuramente un video low budget; per nulla cheap, di fatto: la differenza è sottile ma sufficiente a elevare un prodotto dall’insignificante al minimal-chic.

Minimalismo in perfetta linea con il brano: I’m the one, love me, love me, love me, love me. Poche altre canzoni sanno racchiudere tanta eloquenza in altrettanta semplicità: mi piace sempre ricordare “I know that he loves me cause he told me so” di Bee & Coriste — più spiazzante di così si muore. Ha un che di decostruzione cccampionaria, oltretutto. Mi piace un sacco! Parliamo di Kylie Minogue, dopotutto. The one.



PS: ma non vi ricorda qualcuno questo look?

Victoria e la bottiglietta

Victoria Victoria... lol

XD

“Smile, bitch!”

2012

Tremate gente, la fine del mondo è vicina.

Buon compleanno!

Una foto a random per augurarti un sereno compleanno!

vb-birthday-fierce

Questa donna è stupenda

Victoria per Vogue UK, aprile 2008

“E io sono Melanie B!”

Crisi di identità?

Victoria leopardata

“E IO SONO VICTORIA, MALCOLM!”

Come passare un pomeriggio a cazzeggiare invece di studiare.

“I’m NOT pregnant!”

Sia lodato il santo cielo. Ma se non è incinta vuol dire che... Victoria Beckham È GRASSA!

I'm not pregnant I'm not pregnant

Fierce!

vb-tour-fierce

Victoria e il suo rapporto con i fan

Oh, è stato fantastico ieri all’aeroporto, c’erano un sacco di piccoli adorabili giapponesi a darmi il benvenuto. C’era gente in lacrime, che è una cosa che apprezzo molto: penso che sia la dimostrazione che tu sia un vero fan, quando piangi o quando svieni. È sempre un buon segno quando devono chiamare l’ambulanza, dimostra vera dedizione da parte di un fan.




(Puntualizziamo questo fatto una volta per tutte: Victoria Beckham non è seria quando dice certe cose. In realtà Victoria Beckham non è praticamente mai seria, se non si era ancora capito; ama prendersi in giro con uno spiccatissimo humour inglese, ed è effettivamente una persona divertente — sì, è incredibile ma è così! Tutti gli altri video sul sito ufficiale dvbstyle.com, nella sezione VBTV, sono altrettanto stupidi e divertenti. Perché lei è avanti e sa come si fa il gesto dell’estate!)

Victoria nel vestito a palloncino è...

...perfetta!

Quella posa... Awww!

“It’s Beckh-mmmmmm!”

Victoria Beckham ha partecipato come special guest a una puntata della nuova stagione di Ugly Betty. E poi mi chiedono perché amo questa donna!



Gosh Spice

Gosh Spice

Non approvo

Cara Victoria, apprezzo molto che tu usi un Mac... ma per favore, fagli un bagnetto ogni tanto!

Urge un bagnetto, Vic!

Svelato il mistero

Vi ricordate questa faccia confusa/schifata?

Facce schifate

Ebbene, ne abbiamo scoperto il motivo! Queste erano le scarpe con cui stavano sfilando le modelle di Marc Jacobs:

Oddio.

Adesso è tutto molto più chiaro.

In partenza per...

Evviva! È in partenza dall’aeroporto di Los Angeles, chissà dove va? Forse viene a Milano! Per la Fashion Week of course, domani c’è la sfilata del suo amico Cavalli!

Sempre seria, eh?

No. È andata in Giappone. In Giappone, vi rendete conto? C’è di buono, almeno, che là sorride.

Cosa vedo... un sorriso!? Fai ciao con la manina!

EDIT: è andata a promuovere la sua nuova linea di cosmetici, V-Sculpt.

Life in LA

Belli sono belli. Stilosi sono stilosi. Sfacciati? Sì, sono decisamente sfacciati.

Notare l'abbinamento di colori complementari!

Facce schifate

Quell’abito di Marc Jacobs doveva proprio farle schifo!

Victoria Beckham alla sfilata di Marc Jacobs

“I’ve got a Bentley without the roof.”

Beata te.

La Bentley di Victoria

It’s not how good you are, it’s how good you want to be.

“It’s not how good you are, it’s how good you want to be.”

Non avevo ancora finito di leggere il titolo quando ho capito che quel libro l’avrei comprato. L’ho preso in mano, l’ho aperto. Bianco su nero, caratteri cubitali: “Nearly all rich and powerful people are not notably talented, educated, charming or good-looking. They become rich and powerful by wanting to be rich and powerful.” A questo punto ho capito che andare avanti a leggere sarebbe stata una perdita di tempo, tanto quel libro l’avrei sicuramente comprato. Ma sono andato avanti a sfogliarlo lo stesso. E mi sono accorto di non essere rimasto sorpreso nel vedere una foto di Victoria Beckham (una sosia di Victoria Beckham per la precisione, ma non ha importanza) con una sua citazione: “I want to be as famous as Persil Automatic.” Curioso, è come se inconsciamente già avessi saputo che avrei trovato un riferimento a Victoria Beckham in un libro così. Un libro perfettamente editato, squisitamente impaginato. Scritto da Paul Arden, per anni direttore creativo esecutivo della Saatchi & Saatchi, leggenda vivente del settore pubblicitario inglese. (Oh, non crediate che io sia così colto in materia, questo l’ho scoperto leggendo il profilo dell’autore sul retro!). Pubblicato anche in italiano, per la cronaca, e questo l’ho scoperto adesso cercando su Internet, con il titolo “Non conta volere, ma volere contare” (Phaidon).

Non c’entra niente, ma oltre al libricino ho comprato anche il CD di Giustino! Mi stupisco di me stesso, non so perché l’ho preso, probabilmente in quel momento ero più scemo del solito, ma non importa, perché mi piace!

It's not how good you are, it's how good you want to be. FutureSex/LoveSounds

High Tide Heels

Mi sono sempre chiesto come faccia Victoria Beckham ad andare al mare, dal momento che non si mostra in pubblico senza almeno 13 cm di tacchi ai piedi... ecco la risposta! Ovvio!

High Tide Heels

Buon anniversario!

Oggi la Sacra Famiglia festeggia 8 anni di matrimonio! Tanti auguri!

Il bacio! Foto di rito 1 Foto di rito 2 Foto di rito 3 - Yoo per la coda infinita!

Chanel!

D’accordo gli stivali, ma... GLI SCI!?!?! Ok dai, lei è Mrs Sonolapiùfashiondelmondo, la perdoniamo...

Victoria Beckham con gli sci di Chanel