Girls Aloud

Diciotto singoli e un patchwork orrendo per salvare il mondo

Care Girls Aloud, ringraziate il cielo di avere dei fan folli, che acquistano tipo 18 copie del vostro singolo!

18-the-loving-kind

Congratulazioni per aver raggiunto la vostra ventesima Top Ten, ingrate che non siete altro.

(Per la cronaca, £1.99 × 18 = £35.82. E senza nemmeno avere le pecore giapponesi in HQ!)

(PS: prima che qualcuno me lo chieda, no non sono io il fan folle. Non ho patchwork tanto orrendi in casa.)

“12. Come si può non adorare Cheryl Cole?”

Vorrei ribadire il punto 12 della mia ultima lista.

cheryl-single-ladies-1

cheryl-single-ladies-2

cheryl-single-ladies-3

cheryl-single-ladies-4

cheryl-single-ladies-5

The Loving Kind

“I love Girls Aloud. I’m obsessed with Girls Aloud. I’ve been trying to write them a song and I can’t come up with anything good enough. They’re amazing. It’s the combination of extreme physical attraction and fantastic music. I think they might be the ultimate form of life.”
– Chris Martin, aprile 2008

Bene, adesso seguite le istruzioni: prendete le voci, i corpi, lo stile, la classe e la personalità delle Girls Aloud (che penso non necessitino di ulteriori presentazioni); aggiungete i testi e la poesia dei Pet Shop Boys (il duo autore e fautore della musica pop più valida e intelligente degli ultimi vent’anni); infine condite il tutto con la fantastica produzione che solo gli Xenomania sanno realizzare. Il risultato di questa miscela sarà necessariamente e inevitabilmente uno solo: pure pop perfection.



(Ma non è bellissimo il nuovo YouTube widescreen?)

Here come the girls

Questo autunno si preannuncia molto interessante per quanto riguarda le uscite discografiche del pop femminile. Lasciando perdere le varie Britney Spears, Anastacia, Dido (dio ci salvi dalla paccosità!), P!nk, Laura Pausini, Christina Aguilera, Beyoncé eccetera, mi vorrei soffermare su due tra i migliori gruppi pop al femminile rimasti a questo mondo: Sugababes e Girls Aloud.

Diversi fattori accomunano queste girlband: sono entrambe inglesi; sanno cantare davvero; hanno alle spalle una produzione musicale solida e consistente; con il passare degli anni migliorano e migliorano oltre ogni aspettativa. Non a caso sono arrivate al sesto e quinto album rispettivamente, numeri inauditi per un gruppo pop, tanto più per delle girlband.

Il nuovo brano delle Sugababes si chiama Girls, quello delle Girls Aloud The Promise. Entrambe le canzoni hanno un sound fresco, allegro, sfacciato e very very British — una ventata d’aria fresca rispetto alle tante altre proposte della musica pop del giorno d’oggi!

Potete scaricare un pacchetto con le due canzoni qui.

(psss! A me piace di più La Promessa, e a voi?)