Cccampionario

Le giuggiole

Dopo tanto tempo, a grande richiesta, ecco un post arandom, scritto rigorosamente coi piedi!

Sveglia alle 7, un’ora abbondante necessaria a rendermi conto su che pianeta mi trovavo, poi alle 8:20 di corsa in stazione a prendere il treno. Tutti schiacciati, manco a dirlo; non aveva alcuna importanza che il macchinista non sapesse guidare il treno (cosa ci vorrà poi a guidare un treno), perché non c’era sobbalzo che potesse farci cadere, tanto eravamo compressi l’uno addosso all’altro. Il cielo benedica l’inventore dell’iPod, Potente Strumento di Isolazione Totale.

Sono arrivato fino a Lambrate, a quanto pare il luogo più centrale che l’Alessandra riesca a raggiungere da sola. Doveva stampare dei curriculum, peccato che l’internet point non avesse Word 2012 e il documento DOCX non siamo riusciti ad aprirlo.

Poi siamo tornati in centro, Luca si è iscritto al suo esame (perché lui a casa non ha internet... ma adesso che ci penso, non poteva iscriversi all’internet point invece che in università?), e tra un cappuccino e l’altro erano già le 11:30. Al che Alessandra doveva tornare indietro, perché alle 12 inizia a lavorare.

Siamo andati a fare un po’ di shopping (“scusi, ma non ci sono i jeans di Victoria Beckham?”), poi da McDonald’s a mangiare.

Excursus letterario: le giuggiole.

Se vi sembra esagerato spendere 12,8 euro per mangiare da McDonald’s, fate come noi: ragionate in giuggiole. Un euro equivale a 4,7 giuggiole. 12,7 euro sono solo 2 giuggiole e 7! Tutto vi sembrerà più economico se calcolerete i prezzi in giuggiole! Giuggiola: la valuta dell’estate.

Fine excursus

Cercando di non pensare a quali droghe potessero esserci nei nostri panini (giuggiole?), ci siamo rifugiati alla Ricordi, dove ci ha raggiunto Pietro (infuriato, perché non lo avevamo avvisato subito che eravamo a Milano). Dopo aver coperto allegramente tutti i cd di Britney Spears con ogni copia disponibile del greatest hits delle Spice Girls, e dopo aver appurato che spendere 100 euro per avere la serie completa di Fantaghirò in dvd sarebbe un vero affare (se ragioniamo in giuggiole, poi!), siamo tornati in superficie, svaccati sui gradini del duomo. Pietro era un po’ in ansia, perché lui aveva un “permesso esame”, non sarebbe stato il massimo se qualcuno lo avesse visto nullafacente a 50 metri dal posto di lavoro... dato che non stava molto bene, aveva deciso di andare a casa a pranzare (un riso in bianco per la precisione), per evitare di mangiare le solite schifezze in giro e stare male il giorno dell’esame. Non si sa bene come, siamo finiti da Spizzico.

A questo punto è arrivata Diana CON I CAPELLI LISCI. Stai un sacco bene, tra l’altro! Dopo che Pietro se n’è andato a fare il suo esame, eccoci pronti per un altro giro di shopping alla ricerca delle scarpe con gli strap. Da Athletes World (“dove ci hanno regalato le scarpe?”) ci ha raggiunto anche la Valentina, per aiutarci a scegliere le scarpe dell’inverno; senza strap, di fatto.

Poi siamo andati a recuperare Marco in Duomo, che ha dato il cambio a Luca... cercavamo una felpa, abbiamo trovato delle cuffie stilosissime; le voglio assolutamente, rosse!

Infine: i jeans validi. Modestamente li avevo adocchiati subito, peccato non si allacciassero. Ma abbiamo la targa (479 BOOTY FLARE), non ci scapperanno!

Ultimissima tappa: la Standa! Di fatto le pesche erano acerbe e le percoche avevano un colore insolito. Compriamo l’uva? Ma di fatto anche no dai...

Comunque, gli highlights della giornata sono stati fotografati:

giuggiole-victoria-beckam giuggiole-campionario

Pensieri di inizio anno

Buon anno a tutti!

Mi sono appena reso conto che oggi è giovedì e tra pochi minuti sarà già venerdì: questo è un problema perché lunedì iniziano le lezioni e io ho passato due settimane senza fare NIENTE di niente. Pensate, non ho mai aperto Photoshop (rigetto totale), figuratevi se mi sono messo a modellare in Maya o a costruire uno stupido sito in Flash sui temperini o, tanto peggio, a meta-progettare.

Il problema è che i temperamatite 3d proprio non mi interessano, Flash è così non-valido e, soprattutto, lavorare sui format televisivi mi fa schifo. SCHIFO. Ridatemi le carte da gioco e le cartoline-10×15-cm-formato-verticale-Arial-corpo-10! Ridatemi il cccampionario! Ah, dimenticavo: c’è anche il file .doc sul progetto degli ospedali o qualsiasi cosa sia. Allegria.

Certo, potevo darmi da fare di più e distribuire il lavoro nell’arco delle vacanze, ma santo cielo si chiamano vacanze mica per niente! E poi è stato così piacevole abbandonarsi alle feste, ai pranzi, al cioccolato, agli amici, ai parenti, ai concerti in DVD, al capodanno sobrio (“Ste non beve” per davvero!), a Taboo, ai racconti della nonna, ai contenuti extra dei concerti in DVD, al tè che in realtà è estratto di rosa, ai podcast, ai fratelli, ai cugini, alle mostre di fotografia, a Dance Dance Revolution eccetera eccetera eccetera.

Insomma, di cose ne ho fatte. Ho anche cambiato la mia terza cantante preferita, cribbio! Non sono decisioni che si prendono con leggerezza! E poi tra una settimana si va a London, baby, how could I care about school?

Domani però cercherò di fare qualcosa, lo prometto. Scripta manent, dicono. Speriamo. Di certo non ho rimpianti. E la tavola del settimo seminario non la faccio.

9 novembre 2007

Il tanto atteso 9 novembre è arrivato! Giorno di grandi uscite discografiche, per chi non lo sapesse. Dalla Celine alle Spezie alla Nana alla Lei, oggi è uscito il mondo. Ma, ovviamente, oggi non si ascolta né si guarda alcunché degli acquisti tanto desiderati e finalmente arrivati: metaprogettare richiede attenzione, tanta quanta ne serve per ascoltare o guardare; di conseguenza, le due cose non si possono fare insieme. Ma chi non vorrebbe passare la serata analizzando il target della Prova del Cuoco, in fondo? Purtroppo non si può rischiare di dovere rifare il cccampionario, quindi la Celina aspetterà.

Lettera aperta a Nelly Furtado

Cara Nelly,
mi sei simpatica, e ho sempre sostenuto le tue scelte, malgrado tutto. Questa volta però non approvo; apprezzo lo sforzo, ma il risultato è osceno. Mi spiace, ma credo proprio che dovrai rifare il campionario.
Con stima,
Stefano

Bionda no, santo cielo!

Cccampionario Spice

Ehm ... Photoshop ... ehm ... Ma chissenefrega della decostruzione e del collage, sono belle! E la mia VB... splendida!

Spice Girls

EDIT: a quanto pare non è un collage! Che smacco! (6 febbraio 2008)

Yoo per Automator!

Ho preso 28 nell'esame del cccampionario!!! Tutto merito del mitico, unico, insostituibile, irripetibile Automator!

Automator

Lunga vita al cccampionario

(Disclaimer: questo post è scritto davvero arandom)

Ok no. Anzi, se Dio vuole domani sarà veramente l’ultima volta che avrò a che fare con il coso campionario (sì Martino, il coso campionario). Fin da subito la giornata promette bene: la prima cosa che ho per la testa appena sveglio è il ricordo vivo di un sogno (incubo?) di me all’esame con la prof che mi dice “molto bello questo campionario, veramente ben fatto... ecco, adesso lo rifaccia da capo per favore”. Immaginate la mia gioia. Stavo per vomitare.

Poi vado in uni, la prof è in ritardo, si scusa tanto, iniziamo ad allestire la mostra. Io sono eletto personalmente dalla Daniela (ma sì, facciamo finta di essere amiconi) capo esecutivo/art director/padrone del mondo (scegli la versione che ti piace di più, ne ho altre se queste non vanno bene), insomma la responsabilità dei campionari di tutto il mondo è nelle mie mani. Wow. “Ma lei è proprio bravo, mi ricordi il suo nome, Mora vero?”. Ora con tutto il rispetto per il caro Vincenzo-Mi-Si-È-Inceppata-La-Carta, NO BRUTTA CRETINA IGNORANTE NON SONO CERTO MORA IO! Ok, non proprio, ma il succo è quello.

Ma guarda un po’ come passa in fretta il tempo quando ci si diverte, sono già le 1400, andiamo a mangiare che tra due ore inizia Narrare! Naturalmente andiamo tutti al Bluespot, nessuno ha voglia del cafletcher, torniamo in Lab Foto. Che bello c’è l’ultimo incontro con i grandi fotografi, forse c’è anche Patrick oggi, sì sì.

È interessante notare che dalle 1600 alle 2000 passano quattro ore. Quattro ore. Dopotutto 20 meno 16 uguale 4, la matematica non è mica un’opinione. SÌ PERÒ QUATTRO ORE DI NARRARE SONO DAVVERO TANTE SANT’IGNAZIO! Ma finalmente noi studenti (siamo rimasti in 4? Ah no, Rob è ricomparso dalle tenebre) possiamo esporre ai grandi fotografi i nostri splendidi lavori! Oh ma guarda questa texture! Senti questa grana! Riesci a percepire la sensazione aptica? Ah ma guardà là nell’angolo, c’è un rinfresco! Sì sì davvero belli questi campionari, scusate ma noi siamo grandi fotografi e adesso andiamo a mangiare!

Perlomeno Chiara (sì, lei) non ha messo davvero il veleno nelle brioche, anzi erano pure buone (davvero Ila!!!). Fine del cibo, fine della festa. Che bello sono le nove di sera. Daniela vuole addirittura il mio numero — eh, se per caso c’è qualche problema per domani mi chiama. Lei sarà a Napoli a un convegno con i grandi designer (ma ci sarà anche Patrick, sì sì), quindi non potrà essere lì a gestire la decostruzione della mostra. Si fida di me. Sperando che se dovesse passarle per la testa di darmi un voto in più, non lo dia a Vincenzo. Va che si inceppa la carta e devi rifare il campionario.

E chissenefrega...

Chissenefrega se il sitino in realtà non è ancora pronto... io lo riapro lo stesso!

Già perché oggi è finito il mio primo anno di università e non posso aspettare per scrivere qualcosa a riguardo. Sembra ieri che la Caratti parlava di pittogrammi mentre io mi chiedevo cosa cavolo ci facessi in quel posto. Per poi scoprire che fare tutte quelle cose inutili che ho fatto per un anno, anche quando mi hanno fatto impazzire, anche quando non mi hanno fatto dormire la notte, anche quando avrei scagliato volentieri il Mac fuori dalla finestra... scoprire che tutte quelle cose mi piacciono davvero! Con la consapevolezza, rassegnata e allo stesso tempo divertita, che il resto del mondo non comprenderà mai l’abissale differenza tra un apostrofo e un accento, tra un carattere tipografico degno di questo nome e un font — lo chiamo così in mancanza di un sostantivo più appropriato... “obbrobrio” forse è la parola giusta — che invece tutti dovremmo cancellare dai nostri computer (you know what I mean!).

Ma il vero motivo di questa riapertura anticipata di RT è che devo ringraziare tutte le persone che hanno fatto questo primo pezzo di strada insieme a me... chi mi è stato più vicino e chi meno... momenti più o meno belli... ma tutti hanno giocato una parte importante: Ila Vale Diddy Annie Vale Andre Luca Marti Andre Max Roby Andre Gianlu Fabio in nessun ordine particolare, e sicuramente ho dimenticato qualcuno, ma tutti davvero TUTTI meritano di essere ricordati! Grazie grazie grazie ragazzi! Ah e poi come non trovare un posto nell’elenco anche per Adri e Dani? Senza di loro non so come avremmo fatto, la Calabi oggi ha detto finalmente una cosa sensata (dopo sei mesi in cui non ha saputo formulare una singola frase che non contenesse le parole “ccccampionario”, “ggggrana” e “ttexxxxture”): dovremmo davvero erigere un monumento a quei ragazzi! Perché senza di loro chissà quanti campionari avremmo dovuto rifare!

Oggi è stato un po’ triste dirci “ciao”, perché per molti questo primo anno insieme ha un significato davvero grande... È ovvio ragazzi, non vedo l’ora di ricominciare!

Ste

PS: the Spice Girls are back!

Il designer reitera

Sto reiterando textures di muri, tombini, pavimenti, muri, finestre, porte, muri. Che cosa inutile. Cosa non si fa per un cccampionario...